Per le quarantene

Nuovi contagi, lavori per ospitare più persone al centro di San Polo

25 novembre 2020

Altre sette stanze singole e cinque doppie destinate all’isolamento anti-Covid. Nelle prossime ore, il centro-quarantena di San Polo sarà ampliato. L’Asl attiverà infatti un montacarichi per rendere accessibile il secondo piano delle palazzine “Aquila” e “Falco”. Un intervento urgente, in seguito all’aumento dei pazienti contagiati che non possono effettuare l’isolamento in casa. “Attualmente – comunica Mirella Gubbelini, direttore assistenziale dell’Asl di Piacenza – la struttura di San Polo fornisce supporto a una ventina di ospiti, tra cui alcuni neonati con i genitori e diversi stranieri. Si attende l’arrivo di una mamma inglese, che è venuta in Italia a trovare la sua famiglia ed è entrata in contatto con la suocera positiva al Coronavirus”.

In questi giorni, inoltre, l’Asl di Piacenza sta formando una nuova squadra di operatori sanitari – cinque oss e alcuni infermieri – destinata al centro-quarantena in Val Nure. Negli ultimi sette mesi, infatti, le attività sono state portate avanti da oltre trenta volontari e una decina di dipendenti della Croce Rossa, suddivisi in turni diurni e notturni. Ma a partire dal primo dicembre, l’associazione non opererà più nella struttura dell’Aeronautica: “Lo sforzo è diventato troppo gravoso”, spiega il presidente provinciale Alessandro Guidotti, perciò la Croce Rossa ha chiesto all’azienda sanitaria di interrompere il proprio servizio nella base militare, così da “impiegare il personale disponibile nel trasporto d’emergenza e nel sostegno sociale”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Nure

NOTIZIE CORRELATE