Ausl di Piacenza

Seconda ondata, 22 pazienti nel centro di Cortemaggiore: “Reparto Covid pieno”

26 novembre 2020

Oltre cinquanta pazienti dalla fine di settembre ad oggi. Nel centro Covid di Cortemaggiore, allestito nella Casa della salute in via Libertà, la seconda ondata della pandemia non concede tregua. Gli operatori sanitari lavorano a ritmi serrati, giorno e notte. A breve il numero complessivo di ricoverati per Coronavirus registrato in questo periodo (finora 55) supererà quello del lockdown di primavera, quando i malati accolti nella struttura della Bassa avevano raggiunto quota 60 (da marzo alla metà di giugno).

“I posti letto disponibili sono 22 – spiega la responsabile Gabriella Di Girolamo, affiancata dal dottor Gaetano Cosentino – il reparto Covid è stato organizzato su un unico piano, in modo da garantire l’apertura di tutti gli altri servizi ambulatoriali. Nel centro di Cortemaggiore, gestiamo pazienti contagiati dimessi dall’ospedale con sintomi lievi e, talvolta, con la necessità di utilizzare ancora l’ossigeno. Rispetto alla prima ondata, i quadri clinici sono migliori“. L’auspicio degli operatori sanitari in prima linea, come l’infermiera Cristina Gravani, è che “il nuovo picco di Coronavirus non comporti gli effetti drammatici di marzo, quando ci sembrava davvero di essere in guerra”.

Paola Vanghi, referente organizzativa della Casa della salute, ricorda che “ci sono percorsi ben differenziati tra pazienti Covid e prestazioni sanitarie di carattere ordinario, perciò i cittadini non devono avere alcuna preoccupazione nell’affidarsi ai nostri servizi”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE