Quarto, la frazione divisa in tre comuni: “Che caos per Natale”

06 Dicembre 2020

“Che caos!”. Non c’è esclamazione più adatta per descrivere il paradosso di Quarto, località suddivisa in tre competenze amministrative: Gossolengo, Piacenza e Podenzano. Una frazione in cui il divieto di spostamento tra comuni (in vigore il 25 e 26 dicembre e il primo gennaio per contenere la pandemia) assume contorni quasi surreali. “Io vivo nella parte di Gossolengo, i miei fratelli in quella di Piacenza – racconta la cittadina Elena Fornari – tra le nostre case, la distanza in linea d’aria è di una cinquantina di metri. Ma essendo in due comuni diversi, quest’anno, non ci troveremo a pranzo per festeggiare insieme il giorno di Natale. Non è un problema, è solo strano”.

A tracciare il confine fra le varie zone di Quarto è la strada della Regina, “una via che delimita la parte di nostra competenza con un migliaio di abitanti – chiarisce il sindaco di Gossolengo Andrea Balestrieri – e quella sotto al Comune di Piacenza con 350-400 persone”. C’è poi un’altra (minuscola) fetta della frazione che risponde a Podenzano. “Il 25 e 26 dicembre e il primo gennaio – prosegue Balestrieri – chi vive nelle zone piacentine e podenzanesi di Quarto non potrà attraversare la strada per ritirare il cibo d’asporto nei bar o ristoranti sul lato gossolenghese”.

MESSA E PRANZO DI NATALE – “Il mio ristorante si trova nella parte di Piacenza – commenta Roberto Rigolli, titolare della trattoria Regina – per il pranzo di Natale, quindi, i clienti della frazione che abitano a due passi, nelle aree di Gossolengo e Podenzano, non potranno mangiare da noi”. Il 25 dicembre, infatti, sarà consentito andare a pranzo fuori, senza tuttavia uscire dal proprio comune. Una regola valida anche per la celebrazione della messa di Natale: “La parrocchia di Quarto – spiega don Francisco Bezerra – rientra nell’area di Gossolengo”. Ecco perché quel giorno i fedeli residenti nelle vie piacentine o podenzanesi non potranno recarsi in chiesa, pur dovendo percorrere solo mezzo minuto a piedi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà