Comune di Piacenza

Alberghi in crisi, perdite fino all’88 per cento. Assegnati i contributi “salvagente”

16 dicembre 2020

La “mannaia” del Covid ha quasi azzerato il fatturato degli alberghi di Piacenza. In alcuni casi, le perdite sono arrivate persino all’88 per cento: è successo all’Idea Hotel di via Emilia Pavese. Un altro segno “meno” da brividi è quello del Park Hotel di strada Valnure, senza dubbio condizionato dall’assenza di eventi fieristici a Piacenza Expo: -86,92 per cento di fatturato. Questi numeri – e non solo – emergono dalla rilevazione che l’amministrazione comunale ha effettuato per erogare contributi anti-crisi alle strutture ricettive della nostra città. “Il comparto più colpito dalla pandemia è quello del turismo e tutto il suo ampio indotto – intervengono il sindaco Patrizia Barbieri e l’assessore Jonathan Papamarenghi – fin da subito, purtroppo, gli alberghi di Piacenza si sono ritrovati con le camere libere e le prenotazione annullate”. Da qui, la scelta di erogare un sostegno economico per “resistere in questi mesi” ma anche per “investire sulla ripartenza del settore, quando le condizioni sanitarie lo permetteranno”.

In base a un coefficiente tra numero delle stanze e danno economico, la ripartizione ha riguardato una somma totale di 100mila euro stanziati da palazzo Mercanti. A ricevere i contributi più alti sono stati il Park Hotel (16.716 euro), il Grande Albergo Roma (12.833 euro) e il MH Hotel Piacenza Fiera (13.508 euro).

“Al termine della pandemia – aggiungono il sindaco e l’assessore – gli albergatori beneficiari si dovranno impegnare a mettere a disposizione sconti speciali e pacchetti specifici incentivando così il turista a scegliere Piacenza rispetto ad altre mete limitrofe, e invogliandolo ad allungare la sua permanenza in città.

ELENCO COMPLETO:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE