Vince al gioco 300mila euro, ma prende il reddito di cittadinanza

22 Dicembre 2020

La guardia di finanza di Castel San Giovanni ha denunciato alla Procura della Repubblica e segnalato all’Inps un uomo che aveva chiesto e ottenuto il reddito di cittadinanza, “dimenticando” però di riportare nella domanda il fatto che, negli ultimi quattro anni, avesse vinto grazie al gioco online oltre 300mila euro, frutto di plurime e quotidiane giocate ai videopoker e scommesse in genere.
Non solo, nel modulo di richiesta il castellano non aveva neppure riportato di aver ereditato due appartamenti con relativi garage.
Le Fiamme Gialle hanno accertato la falsità delle notizie riportate nella dichiarazione Isee rispetto alle risultanze emerse attraverso il mirato utilizzo delle banche dati informatiche.
“Il sussidio, percepito indebitamente da marzo 2019 a settembre 2020 – spiegano i finanzieri – ammonta ad oltre 15.000 euro. Come noto, il reddito di cittadinanza è un sussidio economico subordinato, tra l’altro, ad una serie di requisiti reddituali e patrimoniali che cumulativamente ciascun nucleo familiare deve possedere al momento della presentazione della domanda e conservare per tutta la durata dell’erogazione del beneficio. Tra i requisiti patrimoniali vi sono, tra gli altri, quelli di non possedere altri immobili, diversi dalla prima casa, di valore superiore a 30mila euro e di non possedere liquidità o valori superiori a determinate soglie”.
L’irregolare posizione, emersa nel corso delle indagini, è stata segnalata all’Inps che ha subito revocato il beneficio economico non dovuto, nonché alla Procura della Repubblica di Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà