“Mi sono licenziata e ho aperto un negozio in piena pandemia”

15 Gennaio 2021

Una sfida, una scommessa. Aprire una drogheria in piena pandemia nel mercato rionale di via Alberici per cambiare lavoro, cambiare vita. È la scelta che ha compiuto Lara Marchesi, 44enne piacentina, vent’anni passati davanti a una scrivania come impiegata, che ha mollato un’occupazione sicura, ma con poche soddisfazioni, per vendere, da fine ottobre 2020, generi alimentari, prodotti per l’igiene della casa e per la cura della persona ne “La Bottega di Lara”, una drogheria all’interno del mercato coperto vicino al Pubblico Passeggio. Una scelta coraggiosa che la neocommerciante rifarebbe senza pensarci due volte. “Certo che ho paura, sono preoccupata per gli affari, ma in fondo ho scelto un genere di negozio che non dovrebbe mai chiudere – afferma la negoziante – . È stata una scelta estrema, ma non sopportavo più lo stress e la sedentarietà del mio lavoro precedente ed ora sono felice perché allaccio rapporti personali con i clienti e finalmente sono senza capi, sono libera”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà