Iscrizioni scolastiche: trionfo dei licei, ma i tecnici vanno forte

27 Gennaio 2021


Anche se la metà degli studenti piacentini continua a scegliere il liceo, le iscrizioni al nuovo anno scolastico – concluse due giorni fa – mostrano un’importante crescita degli istituti tecnici e professionali. “Le aziende del nostro territorio cercano preparazione e competenze specifiche, e i giovani si muovono in questa direzione”, commenta Mauro Monti, preside dell’Isii Marconi. “Il nostro istituto – aggiunge – ha raggiunto la quota delle 400 matricole per l’anno 2021/2022, con un forte aumento del corso per periti meccanici che passa da 70 a 120 ragazzi”. Rilevante, all’Isii Marconi, anche l’incremento della presenza femminile: da settembre, le “primine” saranno 44, il 12 per cento, contro il 6 per cento generale.

Sul totale di 274 nuovi iscritti al campus Raineri-Marcora, si registra la crescita dell’indirizzo alberghiero con una quindicina di allievi in più rispetto all’anno scorso, nonché del percorso tecnico per l’agricoltura, mentre rimangono stabili i professionali dello stesso istituto, a Cortemaggiore e Castel San Giovanni. In netto aumento anche la scelta per il liceo artistico Cassinari, che totalizza 150 nuovi iscritti, mentre sono 37 quelli del tecnico Tramello. Soddisfatta, poi, la preside del liceo scientifico Respighi Simona Favari: 50 iscritti in più rispetto al passato, per un dato complessivo di 300 nuovi ingressi da settembre, di cui 160 per l’indirizzo di scienze applicate. Il liceo Gioia rimane in linea con i precedenti anni scolastici: nel periodo 2021/2022, le classi prime saranno formate da 303 giovani, di cui 68 al classico, 131 al linguistico e 104 allo scientifico. Da non dimenticare il liceo Colombini con 270 matricole, il tecnico Romagnosi (255) e il professionale Casali (115, +20 per cento).

DATI COMPLESSIVI – A Piacenza e provincia, le iscrizioni al nuovo anno scolastico determinano questo scenario: sul totale di 2.463 “primini” che entreranno nelle scuole superiori del nostro territorio a partire da settembre, ben 1.235 di loro hanno optato per i licei (il 50.1 per cento), 891 per gli istituti tecnici e 337 per i professionali.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà