Furto da 75mila euro in una ditta: nei guai quattro dipendenti e un complice

02 Febbraio 2021

Quattro dipendenti, con l’aiuto di un complice, hanno fatto sparire materiale per 75mila euro dalla ditta Geodis di via Torre della Razza, a Piacenza, azienda aperta nella primavera del 2020, per stoccare e gestire materiali destinati alla distruzione o resi dei clienti per Amazon. I quattro hanno caricato il materiale su un furgone, eludendo i controlli attraverso la creazione di bolle contraffatte. I carabinieri sono risaliti alla banda dopo che, l’8 giugno scorso, hanno notato uno degli addetti mentre, con fare sospetto, scaricava diverso materiale nel garage della sua abitazione a San Giorgio. I militari, della stazione di San Giorgio, lo hanno bloccato, ma l’uomo non ha saputo giustificare la provenienza della merce, del valore di 15mila euro, ed è stato denunciato per ricettazione. Da lì sono partite le indagini che hanno portato ad eseguire, il 29 gennaio 2021, un’ordinanza di custodia cautelare con obbligo di firma nei confronti di cinque persone, tre italiani e due stranieri. Si tratta di due uomini e tre donne, tutti con mansioni all’interno della Geodis come addetti alla ricezione della merce, guardia addetta al controlli dei veicoli e responsabile di azienda. Attraverso i filmati di videosorveglianza i militari hanno scoperto che i soggetti, in una sola occasione, hanno portato via merce per 75mila euro, tra cui due piscine da esterno, televisori, utensili da lavoro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà