Ivaccari, il comitato: “Ampliare il cimitero e valorizzare l’ex scuola”

06 Febbraio 2021

“Ripristinare il seggio elettorale nell’ex scuola materna di Ivaccari, rimuovendo il fabbricato dalla lista delle alienazioni, così da favorire la partecipazione dei cittadini chiamati alle urne, ma anche destinare quegli spazi all’assistenza sanitaria o alla vendita di generi di prima necessità”. E’ una delle priorità evidenziate dal comitato civico di Ivaccari, in una lettera indirizzata alle istituzioni locali. Il gruppo di abitanti – guidato da Giuseppe Foletti e Cesare Fadda – aggiunge: “Bisogna ampliare l’attuale cimitero di Ivaccari” e soprattutto “procedere con la realizzazione di una pista ciclopedonale a norma sulla strada Mussina“.

A proposito di quest’ultimo punto, nelle settimane scorse, l’ufficio ai lavori pubblici del Comune di Piacenza ha inviato una replica formale al comitato: “Il piano urbano per la mobilità sostenibile – si legge nel documento redatto da palazzo Mercanti – prevede una serie di interventi sulla rete ciclabile esistente”, tra cui “la realizzazione di una dorsale ciclabile da est a ovest che collegherà le frazioni a sud della tangenziale e intersecherà una radiale ciclabile tra la città e Ivaccari”. L’ufficio ai lavori pubblici, inoltre, ha fatto presente che “la strada della Mussina è secondaria, inibita ai mezzi pesanti e poco trafficata”, perciò “con alcuni interventi minimi si potrebbe già identificare come un itinerario ciclabile”. La risposta del Comune, tuttavia, non soddisfa il comitato di Ivaccari e Mucinasso: “La Mussina, anche se classificata come strada secondaria, rimane un’arteria pericolosa, da mettere in sicurezza il prima possibile”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà