Raineri Marcora, due alberi per ricordare insegnanti scomparsi

11 Febbraio 2021

Una quercia e un ginkgo biloba. Sono queste le nuove creature che cresceranno nel terreno che circonda il campus Raineri Marcora per ricordare due vite spese per la scuola e per l’insegnamento, quelle di Pia Poggi e di Pietro Miculan.
I ragazzi della classe 3A Itas, insieme alla loro insegnante Paola Gazzola, hanno infatti piantato nei giorni scorsi i nuovi alberi acquistati con il contributo di tanti insegnanti, proprio con l’intento di dedicare un omaggio vivo ai due colleghi recentemente scomparsi.

A Pia Poggi è simbolicamente assegnata”la quercia, simbolo di robustezza, longevità e saggezza. Insegnante di matematica e negli ultimi anni vicepreside, scomparsa nel 2019, è stata per moltissimi anni una delle colonne portanti del Raineri Marcora con la sua capacità di gestire la grande macchina del campus, con i suoi complessi ingranaggi organizzativi e di relazioni umane.

Per Pietro Miculan nessun albero sarebbe stato più adatto del ginkgo biloba, che amava e che ha piantato in tanti giardini, lasciando una sorta di ricordo permanente della sua passione per la natura.

“Questi alberi – afferma Paola Gazzola – si aggiungono a altre che sono state piantate negli anni per alunni e insegnanti che purtroppo ci hanno lasciato, sono tanti, ognuno da ricordare nel nostro Bosco della Speranza”.

“Prevediamo di realizzare una cerimonia prima della fine dell’anno, quando il tempo sarà migliore e speriamo anche le condizioni di sicurezza – afferma la dirigente Teresa Andena – lo abbiamo sempre fatto in occasione della Festa dell’Agricoltura. Questa iniziativa di ricordare attraverso una pianta le persone legate alla nostra scuola è un bene del nostro istituto promosso anni fa dal professor Ulisse Ferrari e che ci consente di trasmettere questo valore del ricordo ai ragazzi, è molto importante per noi”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà