Controlli anti-Covid: oltre 20 persone multate, tra cui i titolari di un bar e un ristorante

22 Febbraio 2021

Un giovane di 23 anni arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti, un altro di 18 anni segnalato quale assuntore di droga, un 24enne denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica, uno straniero di 25 anni arrestato per inottemperanza al decreto di espulsione dal territorio dello stato, 21 persone, tra cui i titolari di un bar e di un ristorante, sanzionati per inosservanza delle disposizioni emanate per contenere la diffusione del contagio da Covid. E’ il bilancio dei servizi di controllo del territorio svolti sabato 20 e domenica 21 febbraio, dai carabinieri del Comando Provinciale di Piacenza.

“Dal mattino di sabato 20 febbraio sino alla tarda serata di domenica 21, le pattuglie delle varie stazioni dipendenti le compagnie di Bobbio, Piacenza e Fiorenzuola d’Arda hanno eseguito specifici servizi al fine di prevenire e reprimere reati di tipo predatorio, e sviluppare una presenza incisiva in aree considerate sensibili per rinsaldare il senso di sicurezza percepita” – si legge in una nota dell’Arma. Sono stati predisposti posti di controllo non solo sulle principali arterie della provincia ma anche sulle strade secondarie e nelle località isolate. Sono state intensificate anche le attività di prevenzione e controllo a garanzia dell’assoluto rispetto delle misure di contenimento della diffusione del Covid-19 e soprattutto intorno all’ora di chiusura dei locali pubblici è stata prestata massima attenzione a prevenire eventuali assembramenti di clienti.

In particolare, durante i posti di controlli eseguiti, sabato i carabinieri della Stazione di Pianello Val Tidone hanno fermato e controllato lungo la provinciale 412, un giovane di 24 anni a bordo di una mini cooper che aveva in uso. Era alla guida ubriaco, sottoposto a test alcolico aveva un tasso di due volte superiore al consentito. E’ stato denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica. Sempre sabato, a Piacenza, nei pressi del casello autostradale di Piacenza Ovest, un giovane di 25 anni, nato in Marocco, senza fissa dimora, è stato fermato e controllato a bordo di un’ autovettura condotta da un connazionale. A suo carico risultava un decreto di espulsione dal territorio nazionale emesso nel gennaio del 2017 dalla Prefettura di Milano. E’ stato quindi portato in caserma, arrestato per inottemperanza al decreto di espulsione e trattenuto presso la camera di sicurezza di via Beverora in attesta del rito direttissimo previsto per la giornata odierna. Ancora sabato, i carabinieri della Stazione di Pianello, a Trevozzo hanno controllato un giovane di 18 anni, residente in provincia di Milano e trovato in possesso di alcuni grammi di hascisc. Per questo è stato segnalato alla Prefettura competente quale assuntore di droga.

Domenica mattina, invece, i militari di Monticelli d’Ongina, che stavano svolgendo un servizio nei pressi del mercato settimanale, hanno arrestato un giovane di 23 anni, con precedenti penali, nato in Egitto, domiciliato a Monticelli d’Ongina, per spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane è stato sorpreso cedere quasi 1 grammo e mezzo di cocaina ad una 41enne, addetta a un banco di vendita di abbigliamento del mercato settimanale. E’ stato colto in flagranza, fermato e arrestato. Dopo le formalità di rito è stato condotto presso il proprio domicilio in attesta del rito direttissimo previsto per la giornata odierna.

Per i controlli eseguiti per il rispetto delle disposizioni governative emanate per contenere la diffusione del contagio da Covid, i carabinieri di Bettola, sabato sera verso le 19,30 , hanno sanzionato un bar del luogo perché all’interno, intenti a consumare al banco vi erano quattro avventori. Sempre i militari di Bettola, domenica mattina, ad ora di pranzo, sono intervenuti presso un ristorante del luogo dove hanno sorpreso altre quattro persone tranquillamente sedute al tavolo a pranzare. Per questo sono state sanzionate insieme al titolare dell’esercizio pubblico in quanto consentiva la consumazione all’interno del locale anziché assicurare il servizio di asporto. Sarà inoltre inviata la richiesta alla Prefettura per valutare una temporanea chiusura del locale. Sempre domenica, poi, lungo la statale 45, nei pressi di Bobbio, 3 motociclisti sono stati fermati e sanzionati. Erano fuori regione senza un giustificato motivo di lavoro, salute o necessità.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà