Esche avvelenate nel giardino di un’educatrice cinofila. Laika salva per miracolo

05 Marzo 2021

Il giardino di casa pieno di esche killer lanciate da qualcuno. E’ accaduto a Gossolengo, nell’abitazione privata di Romina Ponticelli, bancaria residente a Gossolengo. La sua cagnolina Laika è salva, ma l’epilogo che ha fatto tirare dopo ore di ansia un sospiro di sollievo alla sua padrona non era per niente scontato. Sul fatto indagano ora i carabinieri forestali. In zona via Lama intanto non si sta tranquilli. “Ho tre cani, non hanno mai dato problemi a nessuno, nessuno mi ha mai espresso alcuna lamentela, tra l’altro io sono educatrice cinofila, sono abituati a rispettarmi e ascoltare” – spiega Romina. Questa è stata la fortuna: “Ho visto Laika con in bocca un’esca avvelenata, le ho detto “sputa”, e lei lo ha fatto subito, proprio perché è abituata ad ascoltarmi. Purtroppo però ne aveva già mandate giù altre due, abbiamo trovato altri bocconi nel cortile, ed è iniziata la corsa verso la clinica di via Beati dove l’hanno salvata e dopo una notte sotto controllo Laika è potuta tornare a casa”.

TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI ELISA MALACALZA SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA OGGI 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà