Sorpresi a rubare. Merce nascosta nei pantaloni e nella borsa: denunciati

15 Marzo 2021

I carabinieri di Piacenza hanno denunciato un uomo di 49 anni e una donna di 47 anni rispettivamente per tentato furto aggravato e furto aggravato. I fatti si sono consumati nel weekend scorso. Intorno alle 13 di sabato 13 marzo, un operaio di 49 anni residente in città, con precedenti penali, è stato visto da un addetto alla sicurezza di un negozio per la casa mentre nascondeva il contenuto di alcune scatole nei pantaloni. Quando l’uomo si è recato alla cassa per pagare solo una parte della merce è stato inviato a mostrare il materiale trafugato: piccole guarnizioni per radiatori, alcune viti per legno, valvoline a sfera ed alcuni tasselli del valore complessivo di circa 40 euro. Una pattuglia del Radiomobile della Compagnia di Piacenza, è intervenuta sul posto e ha perquisito l’uomo che è stato trovato ancora in possesso di alcuni dadi e rondelle. Condotto in caserma, l’operaio è stato denunciato per tentato furto aggravato.

Dinamica simile in un supermercato della città. Una donna piacentina di 47 anni, disoccupata e con precedenti penali, intorno alle 12 di domenica 14 marzo stava facendo la spesa quando ha nascosto alcuni prodotti nella borsetta. Atteggiamento che non è sfuggito ad un addetto alla sicurezza del supermercato, il quale ha seguito la 47enne fino alle casse. La donna ha pagato solo la merce presente nel carrello ed è uscita. A quel punto è stata bloccata. Di fronte all’arrivo di una pattuglia dei carabinieri di Piacenza, la donna ha consegnato i prodotti che aveva sottratto, del valore di 30 euro. E’ stata denunciata per furto aggravato.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà