Quattro gattini chiusi in un sacco di plastica e gettati: salvati da un passante

23 Marzo 2021

Dal fondo del bidone per la raccolta differenziata del vetro, provenivano dei gemiti. Erano quelli di quattro micini appena nati, chiusi dentro ad un sacco di plastica come fossero rifiuti e poi gettati nel bidone interrato della zona del cimitero di Castell’Arquato. Erano talmente piccoli che avevano ancora il cordone ombelicale attaccato. Chi li ha chiusi nella borsa e gettati come rifiuti, aveva fretta di liberarsene. Ma un passante li ha sentiti e dato l’allarme, prima ai carabinieri che hanno indicato poi il numero dell’Enpa Ente protezione animali di Piacenza: le sue guardie zoofile hanno salvato i micetti insieme ai vigili del fuoco di Fiorenzuola. Per il salvataggio è stata usata una pinza stroboscopica. Ora i piccoli stanno bene e sono in custodia all’asilo del cane di Castell’Arquato, curati dalle volontarie.

Intervenute sul posto domenica sera, Michela Bravaccini che è commissario Enpa Piacenza con la vice-capo nucleo Maria Giovanna Passera, che hanno evidenziato i rischi: “Il bidone del vetro è interrato ed è quindi impossibile accedere alla parte interna. Abbiamo così chiamato i Vigili del Fuoco che sono arrivati nel giro di 20 minuti posto. Ci abbiamo messo un po’ anche a individuare la posizione dei piccoli, operazione non facile visto che si poteva illuminare solo una parte del bidone”.

Utilizzando una pinza stroboscopica e un rampino molto lungo i vigili del fuoco sono riusciti ad “acchiappare” il sacchetto e con estrema delicatezza a portarlo ad un’altezza tale da rendere possibile prenderlo con le mani dalle volontarie dell’Enpa, che poi affidato i piccoli alle volontarie dell’asilo del cane che li hanno scaldati e nutriti.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà