Moschea, interrogazione parlamentare della Lega: “Risposte su finanziatori”

24 Marzo 2021

La deputata piacentina del Carroccio Elena Murelli con il collega Gianni Tonelli ha depositato un’interrogazione parlamentare sulla vicenda della moschea di Piacenza.

“Abbiamo depositato un’interrogazione parlamentare per chiedere chiarezza sulla provenienza dei fondi con cui è stato acquistato il capannone, ora adibito a moschea, in via Caorsana a Piacenza – scrivono i parlamentari -. Qatar Charity è uno dei primi ed essenziali finanziatori di molti centri come quello piacentino. Ha investito in Italia, nel solo 2015, 22 milioni di euro, per 45 progetti, tutti legati alla costruzione di moschee. Fondazione apertamente compromessa con l’organizzazione islamista “Fratelli Musulmani”, Qatar Charity avrebbe fra i suoi riferimenti, secondo quanto appreso da una recente inchiesta internazionale, Yussuf al Qaradawi, leader spirituale dei Fratelli Musulmani. Al Qaradawi ha più volte espresso posizioni a favore della pena di morte per gli apostati e proclamato che i musulmani conquisteranno Roma e l’Europa. La strategia di dialogo con l’islam e le associazioni che lo rappresentano non può prescindere dal rifiuto di qualsiasi legame con frange fanatiche e dal blocco dei finanziamenti che provengono da enti collusi con lo jihadismo internazionale. I piacentini e tutti gli italiani meritano di sapere la verità e non avere dubbi su chi sostiene i centri di culto islamico. Confidiamo che il ministro Lamorgese darà risposte certe e rapide”

© Copyright 2021 Editoriale Libertà