Donazioni organi e tessuti: “Il Covid rallenta le adesioni”. Domenica giornata nazionale

08 Aprile 2021

Non è stato un anno semplice per Aido, l’associazione che promuove la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule in Italia. Anche la nostra provincia, purtroppo, ha seguito il trend nazionale, con un sensibile calo delle dichiarazioni di volontà. Nel nostro territorio le dichiarazioni rilasciate nel 2020 sono state 8.425, mentre nell’anno precedente erano 10.808.

Se poi andiamo a spulciare tra i consensi, scopriamo che – sempre riferendoci alla provincia di Piacenza e all’anno 2020 – le autorizzazioni alla donazione sono state 5.711, con una percentuale positiva del 67,8% (nel 2019 tale percentuale era del 69% e nel 2018 addirittura del 74%).

“Purtroppo la pandemia ha rallentato le richieste di adesione – spiega il presidente provinciale di Aido, Roberto Mares. – I vari lockdown ci hanno impedito di scendere nelle piazze con i nostri banchetti informativi e il processo di sensibilizzazione non è proseguito in maniera spedita. Per questo, in vista della Giornata nazionale in programma domenica 11 aprile, ci appoggeremo alle Diocesi, invitando tutti i parroci a parlare della donazione di organi”.

Ad oggi Aido Piacenza conta 12.852 iscritti. Obiettivo dell’associazione è quello di includere sempre più persone, nonostante le mille difficoltà di un anno come questo.

“Su impulso di Aido – ha proseguito Mares – la Giornata nazionale sarà organizzata da una scuola e avrà i giovani come protagonisti. Nella mattinata di venerdì 9 aprile, dalle 10.00 alle  12.30, i ragazzi dell’Istituto Ruffini di Imperia trasmetteranno la diretta Facebook, Instagram e Youtube della Giornata nazionale sui canali social di Aido. La sensibilizzazione deve infatti partire dai giovani”.

Le iniziative previste per la Giornata nazionale sulla donazione di organi

IL SERVIZIO DI MARCELLO TASSI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà