Sclerosi multipla scoperta a 22 anni, Gloria: “Diventi grande in un giorno”

08 Aprile 2021

SM – RR: quattro lettere separate da trattino. Dietro ci sta una parola difficile persino da pronunciare: Sclerosi multipla a decorso Recidivante – Remittente. Una malattia invalidante ed invisibile. Incerta e imprevedibile. Per spiegare i sintomi, chi ne soffre spesso usa degli esempi concreti: aghi nelle braccia, formicolii continui, stanchezza che prende il sopravvento anche se stai facendo la cosa più bella del mondo; la fatica di salire le scale anche se a vent’anni dovresti essere nel pieno delle forze. La malattia non è facile da capire, la malattia fa paura. La malattia cerchi di scansarla. Della malattia si fatica a parlare, specie quando ha il volto di una ragazza come Gloria, bella, giovane, sorridente. Ma con aghi invisibili che potrebbero farsi sentire, da un momento all’altro, o una scossa che potrebbe accendersi incontrollata nel suo corpo.

Gloria Leppini ha 25 anni compiuti da poco: sua mamma, Michela, l’ha partorita quando aveva la sua età; il suo papà che lei chiama Minai (all’anagrafe fa Luigi) le ha insegnato ad essere “una libera pensatrice”; col suo fidanzato Mirco vive a Vezzolacca di Vernasca anche se lei è originaria di Lugagnano. Suo fratello Nicholas viveva a Londra; Gloria è una delle ‘ragioni del cuore’ per cui è tornato. La mamma Michela lotta per contribuire alla ricerca, promuovendo campagne di sensibilizzazione per l’Aism (Associazione italiana sclerosi multipla) e devolvendo parte del ricavato dei suoi prodotti artigianali. Sì, perché col nome di @Miranda73 ha creato un laboratorio di abiti dipinti a mano che portano un’etichetta con la scritta “Tu mettici sempre il cuore”.

Gloria ha accettato di raccontarsi. Iniziamo dalla sua nuova vita, perché c’è un prima e un dopo nell’esistenza della 25enne valdardese. “Prima vivevo nella spensieratezza, come qualsiasi ventenne. Alla fine in un giorno solo, sono diventata grande. Ho scaraventato la porta dell’età adulta. Sono diventata un’altra persona”.

L’INTERVISTA NELL’ARTICOLO DI DONATA MENEGHELLI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA OGGI 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà