Bianco risveglio sui monti, neve sopra i 700 metri. Freddo fino a fine aprile

15 Aprile 2021

La neve è tornata a cadere sulle montagne piacentine. Nella notte tra mercoledì 14 e giovedì 15 aprile una coltre bianca si è postata a partire dai 700 metri di quota. Imbiancati campi, tetti e boschi delle vallate, dalla Val Nure alla Val Trebbia.

“La causa è il passaggio di un fronte d’aria fredda proveniente da nord – spiega Vittorio Marzio di MeteoValnure.it – che durerà per circa una settimana, mantenendo le temperature sotto le medie di stagione”.

Il termometro infatti si fermerà attorno ai 15 °C per le massime (quindi di circa 5 gradi in meno rispetto ai valori del periodo) e non andrà oltre i 3-4 gradi di notte.

Il fronte artico porterà ancora leggere nevicate attorno ai mille metri di quota, mentre questa notte, a causa del passaggio di una perturbazione atlantica diretta verso sud, lo zero termico si è abbassato attorno ai 700 metri portando la neve a quote più basse.

“Questa anomalia meteorologica durerà ancora per circa sette giorni – prosegue l’esperto – e fino alla fine di aprile ci saranno temperature sotto le medie di stagione e instabilità nel cielo. Fino a domenica non sono previste precipitazioni, ma dalla prossima settimana torneranno altre perturbazioni”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà