Borgonovo, una pietra d’inciampo per ricordare il partigiano Luigi Carlo Razza

24 Aprile 2021

A Borgonovo una pietra d’inciampo ricorderà il sacrificio di Luigi Carlo Razza, giovane partigiano morto a soli 20 anni nel campo di concentramento di Gusen. A darne notizia sono stati i rappresentanti dell’Anpi, durante il toccante incontro che ha visto protagonisti da un lato gli alunni delle scuole medie di Borgonovo e dall’altro la sorella di Carlo Luigi, Maria Razza.

L’86enne ex maestra in pensione, in presenza degli alunni delle scuole di Borgonovo, ha rievocato la figura del fratello, che pur di non aderire all’esercito fascista si diede alla vita in clandestinità, aderendo alla Divisione Giustizia e Libertà sui monti della Val Tidone. Fu catturato e spedito nei campi di concentramento dove morì, secondo la versione ufficiale, pochi giorni prima dell’ingresso delle truppe alleate. Il suo corpo non venne mai ritrovato. In sua memoria l’Anpi il comune e le scuole vogliono posizionare il prossimo anno una pietra di inciampo a Borgonovo. 

IL SERVIZIO DI MARIANGELA MILANI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà