Costretto da baby gang a cedere le scarpe, 13enne torna a casa da scuola scalzo

29 Aprile 2021

L’umiliazione di dover tornare a casa scalzo, per le vie della città. L’ha subita un ragazzino di 13 anni che ieri, mercoledì 28 aprile, appena uscito da scuola, è stato affrontato da tre coetanei. Gli hanno ordinato di togliersi le scarpe e consegnarle. Un paio di Nike bianche, di quelle che fanno gola a quell’età. Ha tentato di divincolarsi ma l’hanno afferrato per la maglietta e bloccato. Così ha dovuto cedere. E’ accaduto ieri mattina in via Damiani, davanti alla scuola Carducci, a pochi metri dal comando della Polizia Locale.

Neppure della vicinanza dei vigili hanno avuto timore. E’ l’ennesimo atto delle baby-gang, di quei gruppuscoli di bulli che entrano in azione ogni volta che la noia li contagia. Puntano alle griffe e le scarpe bianche della nota marca americana devono essere sembrate un bottino succulento e facilmente realizzabile. Naturalmente con la forza e l’arroganza del gruppo. Il padre, appena tornato dal lavoro, in serata, si è precipitato a sporgere denuncia alla caserma dei carabinieri di via Beverora.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà