Val d’Arda nel mirino dei ladri: tentativi di furto a Lugagnano e Castell’Arquato

08 Maggio 2021

Il territorio di Lugagnano è stato, ancora una volta, preso di mira dai ladri. L’ultimo episodio è avvenuto la sera di giovedì 6 maggio quando, approfittando dell’uscita dei proprietari dalla propria abitazione, alcuni malviventi si sono introdotti nella loro casa, nel tentativo di derubarla. Per entrare hanno forzato, probabilmente con un piede di porco, la portafinestra sul balcone. Hanno messo a soqquadro diverse stanze, sia al piano terra, sia al primo piano ma, da un primo controllo, non sembrerebbe mancare nulla di importante. Probabilmente sono stati disturbati e sono fuggiti senza riuscire a portare a termine il furto.

Una segnalazione è arrivata anche da un’abitazione vicina, sempre nella zona di via Aldo Moro, la parte alta del paese, rivolta verso la collina, dove i ladri, probabilmente gli stessi, si sono arrampicati sul tubo pluviale ma, al momento di entrare, i proprietari, che in quel momento erano in casa, li hanno messi in fuga. Hanno potuto vedere tre figure coperte da passamontagna e un’auto, forse una Bmw famigliare, di colore scuro, fuggire ad alta velocità.

Sembra che altre segnalazioni siano arrivate anche dal vicino borgo di Castell’Arquato. L’orario dei tentativi di furto è compreso tra le ore 20,30 e le 22. Anche nell’ottobre scorso, nello stesso quartiere, erano stati segnalati tentativi di furto con le stesse modalità. Questi fatti sono stati denunciati ai carabinieri che, da tempo, stanno monitorando la zona e, in altri casi, la loro presenza ha allontanato i malintenzionati. Ora si esamineranno le varie telecamere di videosorveglianza della zona, alcune anche con letture targhe, per poter risalire ai colpevoli. La guardia, comunque, non si deve mai abbassare, come consigliano sempre le Forze dell’ordine, ma chiudere sempre porte e finestre, e prestare la massima attenzione ad ogni persona e movimento sospetto.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà