Costretta in strada a 16 anni: in due a processo per sfruttamento prostituzione

02 Giugno 2021

A soli 16 anni “gettata” nel cosiddetto quartiere a luci rosse della Caorsana per prostituirsi. Ieri, martedì 1° giugno, in tribunale la tragica storia di una minorenne romena che arrivata in Italia qualche anno fa pensando di lavorare come baby sitter, è invece divenuta preda di una coppia di sfruttatori: lui albanese, lei romena. I due imputati per sfruttamento della prostituzione non erano presenti in aula. I fatti di cui si è discusso risalgono al 2013 e al 2014. Tra i testimoni, anche una dottoressa dei servizi sociali di Piacenza che si era occupata di collocare la minore in una struttura protetta e un luogotenente dei carabinieri che ha svolto le indagini del caso. I due imputati gestivano un bar in centro a Piacenza e nel contempo – secondo quanto testimoniato dal luogotenente – avrebbero gestito una lucrosa attività di sfruttamento della prostituzione: fra le loro lucciole anche la minorenne che aveva poi deciso di affrancarsi dalla strada rivolgendosi ai militari dell’Arma.

IL SERVIZIO COMPLETO DI ERMANNO MARIANI SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà