Sempre critiche le condizioni della operaia ferita. Il marito testimone dell’infortunio

15 Giugno 2021

Sono ancora molto gravi le condizioni della venticinquenne di origine albanese, vittima ieri mattina del grave infortunio sul lavoro in un campo a Boscone Cusani di Calendasco: all’ospedale di Parma, dove è stata portata in eliambulanza, è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico per ridurre il trauma cranico subito dopo che i capelli sono stati risucchiati dagli ingranaggi di una pompa per irrigazione.
Una scena terribile, a cui ha assistito il marito: entrambi erano arrivati in Italia tre anni fa, si erano stabiliti a Sarmato e avevano trovato lavoro
nella stessa azienda agricola.
L’uomo è stato il primo a intervenire, poi è partito per Parma per starle vicino.

Alcuni parenti della coppia hanno preso in custodia il figlioletto della coppia, per la famiglia e gli amici sono iniziate lunghe ore cariche di ansia e di angoscia.

Come previsto dalla legge, la procura della Repubblica, ha aperto un fascicolo di indagine.

ULTERIORI DETTAGLI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà