A Mortizza i bambini scoprono la pesca: “Così li togliamo dai videogiochi”

16 Giugno 2021

La pesca come “antidoto” dei videogiochi. Gli organizzatori del centro estivo parrocchiale di Bosco dei Santi, frazione alle porte di Piacenza, hanno accompagnato i bambini – una trentina in totale – in un’esperienza per molti di loro nuova e inusuale. Insieme all’esperto Angelo De Pascalis, già campione individuale e mondiale di pesca, i piccoli hanno infatti trascorso una giornata nel lago Verde di Mortizza, tentando di acciuffare qualche carpa o trota.

“Avviciniamo i bambini alla pesca – spiega De Pascalis, istruttore federale – grazie a un progetto ministeriale promosso da Fipsas, la federazione italiana della pesca sportiva e delle attività subacquee. L’obiettivo dell’iniziativa è di riportare i ragazzi all’aria aperta, per toglierli dalla mania di tablet, telefonini videogiochi e quant’altro”.

L’auspicio dell’associazione “Noi di Gerbido, Mortizza e Bosco dei Santi”, che collabora alla gestione del grest parrocchiale, è che la giornata di pesca con De Pascalis rappresenti un primo passo per permettere alla cittadinanza di riscoprire i laghi artificiali nelle frazioni.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà