Il pastificio Groppi si regala un nuovo stabilimento a La Verza. Il taglio del nastro

02 Luglio 2021

La famiglia Groppi si è fatta un regalo e lo ha fatto a La Verza, dove venerdì 2 luglio è stato inaugurato il nuovo pastificio in via Repetti, in cui l’azienda opera da febbraio. Si tratta di un nuovo inizio per l’azienda specializzata nella produzione di pasta fresca piacentina, che coincide con il trasferimento della sede nella frazione (precedentemente era in via XXI Aprile).

Ad averne beneficiato è anche La Verza, che da oggi grazie alla famiglia Groppi ha a disposizione un defibrillatore posizionato sulla cancellata dello stabilimento.
“Siamo cresciuti negli anni grazie ai buoni prodotti che facciamo e che hanno incontrato il favore dei clienti – dice Alessandro Groppi, mastro pastaio e titolare dell’azienda, che racconta come in avvio, vent’anni fa, a lavorare nel pastificio oltre a lui c’erano soltanto la moglie Rita Risoli e un socio, mentre oggi si contano 13 persone.
Una crescita rapida che ha reso necessario trovare un nuovo luogo per svolgere l’attività. Uno spazio ampio, di 1.100 metri quadrati, ai quali si aggiunge il cortile di 500 metri quadrati, dove ieri sono stati ricevuti gli ospiti. “Questo era una stabilimento già predisposto per l’alimentare – dice – noi eravamo alla ricerca di un immobile di questo tipo e non ci siamo lasciati sfuggire l’opportunità”.

A mettercisi di mezzo è stata però la pandemia, che ha ritardato i tempi dell’inaugurazione, alla quale hanno preso parte anche la parlamentare Elena Murelli, il consigliere regionale Katia Tarasconi e il consigliere comunale Michele Giardino, ma anche al vicepresidente di Progetto Vita, Gian Carlo Bianchi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà