Sindaco e prefetto: “Divertirsi con responsabilità o paghiamo tutti”

02 Luglio 2021

Un richiamo al senso di responsabilità per non ricadere in una situazione drammatica che il nostro territorio ha già subito in passato. Lo chiedono le istituzioni locali, in primis il prefetto Daniela Lupo e il sindaco Patrizia Barbieri, alla luce degli ultimi fatti che hanno visto assembramenti e feste consumarsi in alcuni locali piacentini. 

“Abbiamo costruito un lavoro di squadra, bisogna alzare il livello di attenzione che serve perché la nostra normalità e la nostra socialità possano proseguire – spiega Daniela Lupo – non dobbiamo essere noi gli artefici della diffusione del virus che ancora c’è e circola, da qui il richiamo a tutti sia giovani che meno giovani al rispetto delle norme di sicurezza”.

“E’ giusto che le persone si divertano – spiega Barbieri– ma la responsabilità ci deve essere perché se le regole non vengono rispettate si crea un rischio per l’intera comunità e non è tollerabile. Il divertirsi è un conto, l’esagerare invece non va bene. È evidente che c’è un richiamo alla responsabilità altrimenti poi si devono adottare misure più rigide. E’ giusto recuperare quella socialità di cui abbiamo bisogno tutti – prosegue – ma l’assenza di regole non può essere tollerata perché poi ci vanno di mezzo tutti, anche coloro che hanno rispettato le norme. Non possiamo dimenticarci quello che abbiamo vissuto, ritengo che il senso di comunità sia il minimo nei confronti di un territorio che ha sofferto così tanto”.

 

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà