Alla Corte di Borgonovo la sfida “all’ultimo cocktail” del memorial Medardo

08 Luglio 2021

“La classe non è acqua. È un cocktail… di Medardo”. Il giornalista di Libertà Giorgio Lambri l’avrebbe intitolata così la serata di mercoledì 7 luglio che in piazza Cavalli ha fatto rivivere il centro. “Ma poi sarebbe stato un titolo troppo lungo” spiega mentre insieme all’organizzatrice Roberta Ticchi fa gli onori di casa. La serata, intitolata “Cocktail Race. Memorial Medardo”, ha voluto ricordare il “gran signore” dei barman di Piacenza: Medardo Casella, un “esempio” per dirla con le parole di Gabriele Leccacorvi della Corte di Borgonovo. È stato lui il vincitore del Cocktail Race, scelto dalla giuria tecnica per la perizia e la bontà del suo cocktail, chiamato Adele, una preparazione a basso contenuto alcolico e dai sentori di vaniglia, pistacchio e melone verde”.

La giuria popolare invece ha fatto salire sul podio Andrea Boschi dell’osteria Carducci, Fabio Marinoni del Barino di Castel San Giovanni e, ex aequo, Samuele Copelli di Parisi Bistrot e Claudia Pisaroni del Pork & Fish di Castel San Giovanni.

“Mio padre sarebbe felice di questa serata – spiega la figlia Federica – per tanti anni ha fatto crescere i barman di Piacenza, li ha aiutati, è stato un maestro: lo è stato professionalmente, ma anche nella vita in famiglia”.

E così molti non sono voluti mancare: in tutto sono stati trentuno i barman che hanno scelto di sfidarsi preparando i cocktail poi valutati da una doppia giuria, tecnica e popolare e fatti assaggiare gratuitamente anche ai presenti. A farne parte, tra i tanti, il sindaco Patrizia Barbieri: “Questa serata rappresenta un giusto riconoscimento alla passione e all’impegno di Medardo – spiega – ma è anche il modo giusto per ricordarlo, con ottimismo e fiducia in un momento di festa”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà