“Bilancio partecipativo”: coinvolgere la popolazione per migliorare Vigolzone

10 Luglio 2021

Ha preso avvio a Vigolzone la quarta edizione del “Bilancio partecipativo”, il percorso che il Comune mette in campo per coinvolgere la cittadinanza nella programmazione e realizzazione di progetto che possano migliorare l’aspetto di alcune aree del paese, riqualificarle o elevare la qualità della vita degli abitanti del capoluogo e delle frazioni.

Il percorso, curato dalla società cooperativa Pares ed in particolare da Giulia Bertone e Michele Silva, è iniziato nei giorni scorsi con la presentazione dell’edizione 2021 di “Vigolzone Partecipa” e con un primo incontro per condividere le idee. I progetti possono essere presentati da singoli cittadini o riuniti in gruppo o associazioni e dai city users, cioè da chi vive o lavora nel territorio. L’età minima è 16 anni. Anche quest’anno il Comune di Vigolzone mette a bilancio 15mila euro per finanziare i progetti che raccoglieranno il maggior gradimento della popolazione. I progetti infatti saranno votati dai cittadini (dai 16 anni di età). I progetti devono riguardare opere pubbliche (e non servizi), ad esempio acquisto di arredi e attrezzature, sistemazione di spazi, aree verdi; avere un valore compreso tra i 3mila e i 10mila. E devono essere presentati entro il 31 luglio sul sito vigolzonepartecipa.org o in municipio o in biblioteca.

I progetti più votati saranno finanziati al 90% con un contributo massimo di 7.500 euro; il restante 10% è a carico dei proponenti. Verrà conferita una premialità (“Bonus”) alle proposte che soddisfano i seguenti criteri:

  • proposte presentate da cittadini di età inferiore ai 25 anni che hanno come oggetto interventi rivolti ai giovani: “Bonus giovani”
  • proposte che hanno come oggetto interventi riguardanti il territorio delle frazioni di Albarola, Bicchignano, Carmiano, Grazzano Visconti, Veano, Villò: “Bonus Frazione”
  • proposte con una forte attenzione alle tematiche ambientali: “Bonus 2030”

Per il Bonus giovani e il Bonus 2030 il numero di voti ottenuti dal progetto viene incrementato del 10%. Per il Bonus frazioni il numero di voti ottenuti dal progetto viene incrementato del 20%. I Bonus sono cumulabili fino ad un massimo di 2.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà