“Ho sventato quattro truffe”. Polizia in centro per sensibilizzare gli anziani

31 Luglio 2021

“Meglio apparire antipatici, che aprire la porta di casa a potenziali truffatori”. E’ il consiglio che l’assistente capo coordinatore della polizia di Stato Claudia Salvarani, insieme agli agenti della polizia municipale, ha dato agli anziani in centro storico a Piacenza, durante il gazebo informativo organizzato stamattina (31 luglio) in piazza Cavalli per la campagna di sensibilizzazione alla prevenzione e al contrasto dei raggiri ai danni dei cittadini.

“Io ho subito quattro tentativi di truffa – ha raccontato un anziano – ma ho sempre tenuto la mente lucida, e sono riuscito a proteggermi. Tutti devono prestare la massima attenzione”. L’uomo ha elencato agli agenti gli inganni vissuti sulla propria pelle, ma sventati: “Una volta, in piazza Cavalli, alcune persone hanno cercato di rifilarmi i brillanti. In un’altra occasione, invece, due signore mi hanno abbracciato fingendo di conoscermi da tempo, puntando quindi a chiedermi dei soldi… Poi, per strada, un finto direttore di banca mi ha detto che avevo vinto un premio economico. Infine, una coppia di giovani ha cercato di ipnotizzarmi, ma io non li ho guardati e sono andato via”.

L’iniziativa in piazza Cavalli nasce da un protocollo di intesa siglato tra il Comune, la prefettura e le forze dell’ordine, dal quale è nato il progetto “Mai più soli” che ha ottenuto un finanziamento da parte del Ministero degli interni. L’invito è di “denunciare sempre i tentativi di truffa, anche se non andati in porto”: le segnalazioni alle forze dell’ordine possono infatti alimentare una banca dati di informazioni, identikit e modus operandi dei malviventi e quindi favorire l’arresto dei malviventi.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà