Dopo 46 anni chiude la polleria di via Roma: una storia di passione e relazioni

02 Agosto 2021

Aveva quarantasei anni la polleria “Lo spiedo” di via Roma che sabato sera ha abbassato definitivamente la saracinesca. Dentro c’era Daniele Ferrari, pollivendolo di quartiere che, come accade nei negozi di vicinato, finisce per diventare anche un po’ amico e colonna portante di una via che anno dopo anno perde pezzi (commerciali).

Aveva aperto nel 1975: dietro il banco allora c’erano il papà e la mamma del negoziante, tornati da un’esperienza in Canada dove infatti Daniele è nato nel 1968. Da allora, ai civici 148 e 150, i due occhi di vetrina sono stati sempre aperti: hanno visto via Roma spopolarsi progressivamente di attività e poi risorgere con le iniziative dell’associazione di quartiere e dei Matti da Galera. Hanno affrontato il periodo della pandemia e proprio nelle difficoltà sono stati un punto di riferimento: nei mesi più bui, e poi ancora dopo, Daniele ha incrementato il servizio della spesa a domicilio per chi non poteva muoversi. Ad aiutarlo, fino alla fine del 2020, ancora la mamma Maria Borsotti, scomparsa proprio all’inizio di quest’anno.

Con la scomparsa della mamma, la difficoltà di gestire tutto il lavoro da solo ha prevalso: “La cosa che mi mancherà di più di tutto saranno i clienti”.

L’ARTICOLO COMPLETO SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà