Sicilia brucia, arrivano i volontari da Piacenza: “Rischi anche nella nostra provincia”

14 Agosto 2021

Continua a bruciare il Sud. L’Italia è assediata da caldo e incendi che stanno provocando danni molto seri. Nei giorni scorsi una squadra della Protezione civile di Piacenza (composta da 5 volontari abilitati allo spegnimento di incendi di bosco) è partita per la Sicilia, insieme al contingente Emilia-Romagna (composto da 35 volontari tra le varie province). Stanno operando a contrasto degli incendi che stanno interessando i territori siciliani, facendo base a Catania. Il turno, iniziato il 10 agosto, terminerà il 18 agosto. L’intervento della regione con personale specializzato in antincendio boschivo rientra nel “Sistema Nazionale di Protezione Civile”, coordinato dal “Dipartimento della Protezione Civile”, con il quale, in queste ore, si sta valutando un eventuale ulteriore impiego delle forze emiliano-romagnole anche in Calabria. “Permane lo stato di alto rischio per incendi boschivi anche nei nostri territori – spiega Alessandro Dentoni – quindi come coordinamento provinciale del volontariato di Protezione civile di Piacenza continuano anche le attività di monitoraggio antincendio nelle vallate piacentine con diverse squadre munite di moduli AIB pronti allo spegnimento di eventuali incendi. Attività svolta anche in giornate infrasettimanali, ma soprattutto nei giorni festivi e nei weekend, conciliando anche azioni di informazione e supporto alla cittadinanza in caso di necessità”. Il tutto si svolge in condivisione con il comando provinciale dei vigili del fuoco di Piacenza, con il quale c’è una collaborazione assidua.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà