Graziella Rapaccioli, da manager a capo della Caritas Algeria

20 Agosto 2021

Graziella Rapacioli è una manager piacentina che cinque anni fa ha deciso di lasciare l’azienda informatica fondata assieme al fratello per dedicarsi ai più poveri. Oggi è il numero uno della Caritas Algeria. Entrata come volontaria e collaboratrice è segretaria generale dell’organizzazione cattolica. Una donna a capo di una struttura caritativa e umanitaria in un paese islamico. In Algeria non fa scandalo.
Qui c’è un Islam che consente a tantissime donne di vivere una vita normale e non mette bocca sui progetti della Caritas. Basta siano di tipo umanitario, non si dedichino al proselitismo e non si intromettano nella politica.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà