Rinchiuso su un balcone al Capitolo, senza acqua: cucciolo trasferito al canile

21 Agosto 2021

Era rinchiuso sul balcone, al caldo, senza acqua potabile, in stato di isolamento e in un contesto di sporcizia, tra i suoi stessi escrementi. Un cucciolo è stato quindi trasferito nel canile municipale di Piacenza, con un’ordinanza firmata dal vicesindaco Elena Baio. Le condizioni inadeguate dell’animale, nelle settimane scorse, erano state denunciate dai residenti della zona, la frazione del Capitolo in città.

Il provvedimento, cui la polizia locale ha dato esecuzione ieri (20 agosto) in collaborazione con un operatore dell’associazione Aisa, fa seguito ai ripetuti controlli effettuati dalle guardie zoofile di Enpa agli inizi di agosto e ai verbali dei 16 sopralluoghi condotti, negli ultimi due mesi, dalle pattuglie di Oipa. A un primo accertamento da parte della polizia locale – che aveva sanzionato i proprietari dell’animale per la mancata registrazione all’anagrafe canina – sono inoltre seguite ulteriori visite degli agenti in sinergia con l’Ausl. Il cane è stato poi affidato agli operatori del canile municipale, come previsto dalla legge regionale in vigore. Il nucleo di Enpa ha elevato una sanzione di 450 euro al proprietario del cucciolo.

“Allontanare un cane dal proprio nucleo familiare e domestico – sottolinea il vicesindaco Baio – è una scelta difficile, che va ponderata con grande attenzione, ma in questo caso si è rivelata necessaria per garantire la salute dell’animale, ancor più esposto in questo periodo ai rischi delle alte temperature”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà