Cantieri a scuola, a Perino e Travo si cercano alternative per l’avvio delle lezioni

29 Agosto 2021

E’ stata l’estate dei cantieri, dei bonus, dei fondi ai Comuni che hanno tentato di tamponare il disastro chiamato Covid. L’Alta Val Trebbia ha provato a rifare quasi tutte le scuole, ce n’era bisogno, e gli operai da ogni parte d’Italia sono arrivati nella tarda primavera a Travo, a Perino, a Bobbio.

Adesso però la prima campanella dell’anno sta per suonare, mancano due settimane, “e in alcuni comuni cerchiamo locali per studenti, perché non tutti i cantieri sono finiti”, segnala il preside dell’istituto omnicomprensivo Luigi Garioni. “A Perino la scuola non sarà pronta per l’inizio dell’anno, lo sarà per la metà di ottobre. Domani (lunedì 30 agosto), sarò in paese per verificare i locali sostitutivi individuati. Sì, pare si faccia fatica ora a trovare i materiali, perché quest’estate ci sono stati tanti cantieri e si fatica a trovare le materie prime”.

Il trasloco, nei locali della canonica e dell’oratorio, riguarda trenta studenti di asilo e primaria. E se a Bobbio, intanto, i lavori alle scuole sembrano realmente al rush finale, a Travo potrebbe esserci qualche problema alle medie, segnala il preside, ma nel caso gli studenti potranno contare sui locali del centro polivalente, nel castello e al Parco Archeologico, una volta ottenuta la convenzione con la Soprintendenza. Tuttavia si punta in questo caso a chiudere gli interventi in tempo.

T

© Copyright 2021 Editoriale Libertà