Cortemaggiore, migliorie energetiche al Raineri-Marcora per 180mila euro

03 Settembre 2021

Ammonta a 180mila euro l’importo complessivo degli interventi, realizzati dalla Provincia di Piacenza, per il miglioramento delle prestazioni energetiche dell’edificio che ospita la sede coordinata di Cortemaggiore dell’istituto ‘Raineri-Marcora’ di Piacenza.

Il corpo di fabbrica oggetto di intervento di sostituzione serramenti è destinato a segreteria, aule, laboratori e spogliatoi: la parte dei lavori già in fase di ultimazione è, in particolare, quella relativa alle aule didattiche, e sarà conclusa entro lunedì 13 settembre.

Il finanziamento statale utilizzato per questi lavori fa parte dei contributi di compensazione territoriale per le Province e i Comuni che ospitano centrali nucleari dismesse (il cosiddetto “tesoretto nucleare” che, nel caso di Piacenza, è connesso alla presenza dell’impianto di Caorso) ed è finalizzato al miglioramento ambientale.

Quest’ultimo obiettivo può essere perseguito anche attraverso la riduzione delle emissioni in atmosfera connessa al contenimento dei consumi energetici, che può essere ottenuto – come nel caso di Cortemaggiore – anche attraverso la sostituzione dei serramenti vecchi con serramenti nuovi, più performanti dal punto di vista termico.

In linea con le normative vigenti, i serramenti installati a Cortemaggiore garantiscono infatti superiori prestazioni di trasmittanza termica, ma anche massima sicurezza per tutti gli utenti dell’edifico scolastico e pieno rispetto dell’aerazione naturale dei locali scolastici, aspetto quest’ultimo ancora più rilevante in relazione alle disposizioni connesse alla pandemia da Covid-19.

Interventi di sostituzione di serramenti sono stati eseguiti, in questi anni, anche al campus agroalimentare ‘Raineri-Marcora’ di Piacenza e presso l’ISII ‘Marconi’ di Piacenza. Nel 2022 è programmata la realizzazione di un analogo intervento – per 390.000 euro – sul plesso scolastico di Borgonovo Val Tidone, costituente sede coordinata del Polo Medio Superiore di Castel San Giovanni.

I circa 400.000 euro annui disponibili per il territorio piacentino nell’ambito del medesimo “tesoretto” sono stati destinati in passato, oltre che per la sostituzione di serramenti, anche per la realizzazione di piste ciclabili come nel caso della Vallera-Gossolengo e della ciclabile lungo il ponte ‘Paladini’ a Gragnanino.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà