Bosco degli alpini, per il Comune la recinzione si deve fare. Ma ipotesi fasce orarie

10 Settembre 2021

Si apre una fase di mediazione tra i residenti di Sant’Antonio e l’amministrazione comunale, a proposito del progetto di realizzazione di un campo da calcio per la società sportiva Gotico Garibaldina nel “Bosco degli alpini”, l’enorme area verde tra strada al Molinetto e via Carini. Per la giunta Barbieri la recinzione non si tocca, ma i piloni della luce e l’uso esclusivo per gli allenamenti quelli forse sì. Ieri, a palazzo Mercanti, si è svolto un faccia a faccia con l’assessore allo sport Stefano Cavalli. Le istanze della frazione sono state rappresentate da alcuni residenti capitanati da Tommaso Sala.

I contenuti dell’incontro saranno illustrati nel dettaglio oggi pomeriggio, alle 18, in una riunione civica fissata nella cooperativa del quartiere. Poi nei prossimi giorni ci sarà un ulteriore confronto tra l’ente pubblico e gli abitanti. La proposta di palazzo Mercanti prevede di migliorare la manutenzione del “Bosco degli alpini”, di costruire un “percorso vita” per gli sportivi, pur mantenendo un punto all’interno dell’attuale progetto: la recinzione del campo da calcio. Con un’eccezione: garantirne l’apertura alla collettività in determinati momenti o fasce orarie. Nulla è ancora deciso, ma il dialogo pare costruttivo. Salvo sorprese, si troverà un punto a metà strada tra due fronti che, fino ad alcuni giorni fa, apparivano tanto lontani.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà