Oggi prima campanella: a Piacenza oltre 35mila alunni tornai sui banchi di scuola

13 Settembre 2021

Ci siamo: oggi, lunedì 13 settembre, per oltre 35mila studenti di Piacenza e provincia riprendono le lezioni scolastiche. Nel nostro territorio sono infatti 35.804 gli studenti che faranno ritorno sui banchi: circa 150 in più rispetto all’anno scorso. Di questi, 1.283 sono portatori di handicap.

Come stabilito dalla Regione Emilia Romagna il nuovo anno scolastico partirà con il 100% degli studenti in presenza nelle aule e in sicurezza. A questo proposito è stato recentemente varato un piano di rafforzamento del trasporto pubblico: i mezzi dedicati agli studenti viaggeranno all’80 per cento della capienza.

Sempre per quanto riguarda il capitolo sicurezza, con il Covid che rimane l’incognita principale, l’Ausl ha divulgato nei giorni scorsi le indicazioni operative per la prevenzione dei contagi, il tracciamento dei contatti e l’isolamento.

Quest’anno ci sarà l’obbligo di green pass per il personale scolastico, gli studenti delle Università e i genitori degli alunni che si recheranno nell’istituto scolastico. Sono previsti tamponi per lo screening degli alunni delle scuole elementari e medie, mentre è obbligatorio indossare le mascherine a scuola dai 6 anni fino all’università. È raccomandata in ogni situazione, ma è indispensabile solo “laddove non sia possibile il distanziamento di almeno un metro”. Tuttavia, il decreto legge del 6 agosto scorso ammette la possibilità da parte degli alunni di potersi togliere la mascherina al banco se tutti nella classe sono vaccinati. La mascherina, comunque, può essere tolta a mensa e, una volta seduti e distanziati, anche per le lezioni di educazione fisica. Questa deroga vale ovviamente soltanto nelle terze medie e nelle classi delle superiori, perché il vaccino per ora possono farlo solo i ragazzi over 12.

Per quanto riguarda l’attività di tracciamento, nel caso in cui ci sia un positivo il dipartimento di sanità pubblica dell’Ausl competente contatterà il responsabile della struttura e referente Covid ed effettua l’indagine epidemiologica, verificando l’attuazione delle misure di prevenzione. La quarantena, per i contatti stretti, è di sette giorni dall’ultimo contatto con il caso se hanno completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni, e si conclude con test molecolare o antigenico. Per i non vaccinati, o per coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale da meno di 14 giorni, la durata della quarantena rimane di 10 giorni. Se il contatto stretto rifiuta il tampone, la quarantena è prolungata fino al 14esimo giorno dall’ultimo contatto con il caso, e la riammissione alla frequenza avverrà anche in assenza di molecolare o antigenico.

Capitolo riammissione a scuola: il caso confermato di Covid rientra a scuola con l’attestazione del dipartimento di sanità pubblica rilasciato dopo l’esito negativo del tampone molecolare eseguito al 10° giorno dalla comparsa della positività o dei sintomi, che devono essere assenti da almeno tre giorni. Se il test dovesse risultare ancora positivo (o in caso di tampone positivo negli asintomatici) va ripetuto dopo sette giorni (17° giorno). I casi ancora positivi, in assenza di sintomi da almeno sette giorni, potranno interrompere l’isolamento dopo 21 giorni.

TUTTI I DETTAGLI

LA LETTERA DEL SINDACO DI PIACENZA AGLI STUDENTI

LA LETTERA DELL’UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE AGLI STUDENTI

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà