Capelli strappati e calci alla compagna incinta: chiesti due anni per un 25enne

15 Settembre 2021

Chiesti due anni per un venticinquenne piacentino accusato di maltrattamenti e lesioni nei confronti della sua compagna. I fatti contestati sarebbero avvenuti fra il 2015 e il 2016, epoca in cui il giovane conviveva in città con la ragazza. Nel corso dell’udienza di oggi, 15 settembre, due testimoni hanno ricordato alcuni episodi di violenza a cui sarebbe stata sottoposta la giovane. In un caso lui le avrebbe strappato una folta ciocca di capelli davanti ad altri amici, in un’altra occasione l’avrebbe sollevata e scagliata contro un divano, per poi prenderla a calci. All’epoca la giovane era incinta. Il Pm Monica Bubba ha ricordato che gli episodi di tensione fra i due erano frequenti e che lui si sfogava contro oggetti e cose. In aula è stato ricordato che il 25enne era solito scagliare a terra telefoni e rompere suppellettili. Sembra che una volta avesse ripetutamente affondato un coltello nel divano, danneggiandolo. L’avvocato difensore Antonino Rossi ha chiesto l’assoluzione spiegando che i fatti contestati al suo assistito erano sporadici e che nella coppia vi era un rapporto conflittuale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà