Efficienza e sostenibilità in campo, con il progetto di Nestlè e Steriltom

16 Settembre 2021

Risparmio del 40% di acqua di irrigazione, colture più sane, efficienza e sostenibilità.
Sono gli obiettivi di un innovativo progetto che Nestlé ha avviato assieme all’azienda piacentina di trasformazione Steriltom per la coltivazione del pomodoro da industria, destinato alla passata che la multinazionale utilizza per le sue pizze a marchio Buitoni.

Si basa sull’utilizzo di sonde “intelligenti” installate nei campi e controllate da una centralina, la quale invia i dati a una app che permette agli agricoltori di essere aggiornati in tempo reale sulle condizioni di umidità del terreno. In questo modo si garantisce una maggiore efficienza dell’irrigazione, riducendo significativamente lo spreco idrico e permettendo alla pianta di ricevere sempre la quantità di acqua realmente necessaria. Così le piante di pomodoro si mantengono in buona salute e, di conseguenza, sono più reattive e resistenti in caso di attacchi patogeni o di ondate di calore particolarmente intense, consentendo di limitare l’utilizzo di eventuali trattamenti chimici e salvaguardando quindi la biodiversità. Inoltre, questa pratica contribuisce anche a proteggere la fertilità del suolo, salvaguardandone le sostanze organiche. Un progetto orientato alla sostenibilità alla quale Steriltom presta particolari attenzioni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà