Ricettazione di ferro, 81 imputati al processo che si terrà nella Sala dei Teatini

22 Settembre 2021

Ricettazione di tonnellate di ferro e di altri metalli. È l’accusa nei confronti di 81 persone, per la gran parte appartenenti a gruppi sinti residenti in provincia di Piacenza, per i quali lunedì 20 settembre è iniziato il processo. Sono accusati di aver consegnato materiale di presunta provenienza illecita a due ditte piacentine autorizzate a ritirare materiale ferroso.

L’udienza è stata di natura tecnica. Tutto è stato rinviato al 29 marzo del 2022. E visto il numero di imputati, il processo non si celebrerà in tribunale, ma nella sala dei Teatini in via Scalabrini.

Il processo nasce come un filone di un’indagine che si era concentrata sulla comunità sinti di Caorso e aveva portato il 15 marzo del 2019 all’esecuzione di 34 ordinanze di custodia cautelare.
TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI PAOLO MARINO SUL QUOTIDIANO LIBERTA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà