Giornata Aido, Mares: ”Ora iscrizioni dall’app”. A Piacenza 12mila donatori

25 Settembre 2021

“Sì alla speranza, Sì all’amore che ci rende umani, Sì alla vita, Sì alla donazione di organi”. E’ il messaggio con il qual Aido celebra la giornata nazionale per la donazione di organi e tessuti che si tiene domani. Una ricorrenza che a Piacenza è iniziata nella serata di venerdì 24 settembre, con la proiezione sulla facciata di palazzo Farnese del logo della giornata, e proseguita sabato 25 con un banchetto informativo in largo Battisti. Altri punti informativi sono distribuiti in provincia, nelle piazze di Cadeo, Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, Ponte dell’Olio, Pontenure, Rivergaro e Sarmato.

“Essere donatori è la cosa più bella del mondo perché si da la possibilità a molte persone di tornare a vivere o di tornare a vivere meglio – spiega Roberto Mares, presidente provinciale Aido -. La donazione, che è una formula gratuita di solidarietà, permette di salvare vite umane”.

La novità, importante, di quest’anno è la possibilità di iscriversi e diventare donatori direttamente dal telefonino, con una app che permette di firmare elettronicamente la propria adesione, senza la necessità di recarsi di persona a sottoscrivere le carte.

“Nel piacentino sono oltre 12mila per persone che hanno fatto la scelta di diventare donatori di organi” prosegue Mares, ma l’appello è quello di allargare sempre più la platea degli iscritti. “In Italia sono 9mila le persone in attesa di un organo e le liste di attesa sono molto lunghe – conclude Mares -, senza dimenticare che ogni anno 400 persone non riescono a ricevere un organo in tempo e non ce la fanno”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà