Discoteche, ipotesi riapertura. I gestori: “Chiusi da un anno, noi dimenticati”

01 Ottobre 2021

Mentre il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri parla di una possibile riapertura delle discoteche, i gestori continuano a contare i mesi di chiusura. “È una cosa assurda” esordisce Daniela Gallinari, che gestisce sul nostro territorio tre locali e uno nel Lodigiano. Tutti chiusi dal 20 febbraio del 2020 come del resto tutte le discoteche d’Italia.

“Nelle nostre strutture sarebbe possibile controllare gli accessi e garantire la sicure ben più di quanto accada su bus, treni e tram, dove le persone stanno assiepate. Ma sembra che a nessuno importi – spiega Gallinari – di fatto noi siamo chiusi da oltre un anno e mezzo: non mi sembra che nei mesi scorsi l’andamento dei contagi abbia risentito della nostra chiusura. È evidente che gli untori non siamo noi”.

Eppure le chiusure per questa categoria restano: nessuna concessione è stata fatta in questi mesi e adesso anche l’ipotesi di una possibile apertura dall’oggi al domani non rende felici i gestori delle discoteche.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà