Colpì la fidanzata con un pugno: condannato a un anno e quattro mesi

05 Ottobre 2021

Tribunale di Piacenza

È stato condannato a un anno e quattro mesi di reclusione, pena sospesa, il 26enne piacentino che tirò un pugno alla fidanzata dopo essere stato colpito da uno spruzzo di spray al peperoncino.
Il giudice Camilla Milani lo ha inoltre condannato a pagare un primo risarcimento di tremila euro, rimandando a un processo civile il compito di stabilire l’entità definitiva del danno.

Come ricostruito dal processo, l’uomo, un siciliano allora ventenne, si era presentato all’esterno della scuola della ex fidanzata, allora minorenne, pavese. I due si sarebbero diretti verso il garage di proprietà del fidanzato e qui, stando al racconto della giovane, lei avrebbe spruzzato al compagno spray al peperoncino agli occhi. In seguito a questo episodio, la giovane deve rispondere dell’accusa di lesioni, mentre per l’uomo i reati contestati sono lesioni, violazione di domicilio e danneggiamento.

In passato era stato anche denunciato per atti persecutori o stalking nei confronti della ex fidanzata, ma l’accusa era stata archiviata

© Copyright 2022 Editoriale Libertà