Arrestato medico del carcere di Piacenza: “Rubava medicinali”

23 Ottobre 2021

Un medico in servizio nel carcere di Piacenza è stato arrestato con l’accusa di peculato. Il camice bianco, fermato dai carabinieri, avrebbe sottratto diverso materiale sanitario dall’infermeria delle Novate. “È stato colto in flagranza di reato – fanno sapere le forze dell’ordine – mentre aveva con sé alcune forniture del magazzino penitenziario, per un valore di circa 400 euro”.

Le indagini, condotte del nucleo investigativo dei militari, sono partite da una segnalazione dell’Ausl di Piacenza. A settembre, infatti, i vertici dell’azienda sanitaria locale avevano notato un consumo spropositato di medicinali nell’infermeria del carcere, denunciando il fatto ai carabinieri. Era stato calcolato che, rispetto al normale fabbisogno e al consumo documentato, mancavano materiali per oltre ottomila euro.

Il medico dell’unità operativa penitenziaria è stato arrestato mentre rientrava nella propria abitazione, al termine del turno notturno alle “Novate”. Altra refurtiva è stata trovata nel corso delle perquisizioni a casa sua e nello studio dove svolgeva la sua attività lavorativa. I militari hanno accertato che gli ammanchi di materiale sanitario risalgono almeno fino a maggio del 2021 e solitamente avvenivano alla fine del turno di lavoro. Adesso il medico si trova agli arresti domiciliari.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà