Centro San Giuseppe, il progetto avanza: “Favorire l’inclusione dei disabili”

04 Novembre 2021

Terminate le spugne, un impegno: “Favorire il nuovo piano per la disabilità della Ue, che include il diritto a muoversi più liberamente in un altro Stato e l’inclusione nella vita politica”. Anche l’europarlamentare Alessandra Basso, stamattina, si è messa alla postazione di lavoro del centro San Giuseppe di San Bonico, dove ogni giorno – da circa un anno – un gruppo di ragazzi portatori di handicap dà vita a manufatti colorati e profumati. Presente anche il sindaco Patrizia Barbieri, in una visita istituzionale a questa realtà tanto importante per favorire l’integrazione dei disabili gravi e delle persone svantaggiate che hanno l’impossibilità di essere inseriti in aziende.

“Il centro San Giuseppe rappresenta un’eccellenza – rimarca Basso (Lega) -. In questo periodo, l’Unione europea si confronta proprio su una nuova strategia sui diritti delle persone con disabilità”.

Fondamentali, in tal senso, i tirocini formativi che la struttura di San Bonico – nata grazie all’associazione “Oltre l’autismo” – mette in campo con Ausl, Comune ed enti di formazione. “Il progetto prosegue a pieno ritmo – rimarca la presidente Maria Grazia Ballerini – anzi è destinato a crescere, ampliandosi oltre la realizzazione delle spugne”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà