Africa Mission, donati trattori alla scuola di agribusiness di Alito

14 Novembre 2021

Nella lista ci sono un trattore, due macchinari agricoli da oltre tremila euro, 100 metri di tubi zincati e una pompa idraulica. Arriverà con un bell’anticipo il regalo di Natale che un gruppo di aziende agricole piacentine ha deciso di destinare alla Scuola di agribusiness di Alito in Uganda, gestita da Africa Mission Cooperazione e Sviluppo.

In tutto si tratta di un regalo di oltre 10 mila euro: a tanto ammonta infatti il valore dei macchinari che Celestino Poggioli e gli altri hanno donato al Movimento fondato da don Vittorione a Piacenza. 

“Per noi sono attrezzi superflui, ma per il progetto di Alito sono importanti – spiega Poggioli – così, rinunciandovi, abbiamo fatto un dono importante alla Scuola di agribusiness. Tutto qua”.

Nello specifico i container caricati a Piacenza nelle scorse settimane grazie all’aiuto di una quindicina di volontari contenevano un trattore Massey Ferguson 185, una pompa idraulica Caprari MEC MR80/3 con motore 80 cavalli, cento metri di tubi zincati e relativi raccordi per getti e guarnizioni, per distribuzione acqua, una macchina seminatrice bifilare per mais e soia e una macchina trincia monofila per mais.

Le aziende donatrici fanno parte del “Gruppo Piacentini per Africa Mission” che Poggioli ha fondato nel 2018: “In tutto sono una cinquantina gli imprenditori che ne fanno parte – spiega – e che si impegnano ad aiutare il Movimento”.

Movimento che lo scorso giugno aveva presentato il progetto “Potenziare la capacità produttiva del Centro Formativo di Alito in ambito agricolo grazie alla fornitura di mezzi e macchinari adeguati” proprio al Gruppo Piacentini per Africa Mission, oltre che al Comune della Città di Bolzano: “L’obiettivo – spiega il direttore Carlo Ruspantini – è quello di migliorare le condizioni socio-economiche della popolazione giovanile nel nord Uganda attraverso la promozione di opportunità imprenditoriali in ambito agricolo socialmente ed ecologicamente sostenibili. Per farlo però c’è bisogno di mezzi e macchinari adeguati nella nostra Scuola di agribusiness, dove i ragazzi imparano anche attraverso il lavoro nella fattoria a diventare agricoltori e allevatori”.

Il Gruppo Piacentini per Africa Mission ha accettato con entusiasmo la sfida e il coordinatore Poggioli si è messo subito alla ricerca del materiale e delle risorse: “Abbiamo chiesto al responsabile di Paese di Africa Mission Pier Giorgio Lappo quale fosse il materiale necessario – spiega Poggioli – e così abbiamo fornito quello”. I costi per la spedizione del container e per il trasporto a destinazione sono stati coperti grazie al contributo del comune di Bolzano: fra qualche settimana il materiale arriverà ad Alito.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà