Pensionata rinviata a giudizio per maltrattamenti animali: “Accuse infondate”

21 Novembre 2021

Avrebbe maltrattato cani, un cavallo, un asino e polli e per questo motivo, nei giorni scorsi, una pensionata di 84 anni è stata rinviata a giudizio. La donna, che vive nella zona di San Protaso, nel comune di Fiorenzuola, qualche tempo fa aveva ricevuto la “visita” delle guardie zoofile dell’Enpa (ente nazionale protezione animali) della sezione di Piacenza. Le guardie avrebbero trovato nell’aia della cascina della donna nove cani meticci, un cavallo pony, un asino e pollame. L’area destinata agli animali, secondo i rilevamenti delle guardie zoofile, sarebbe stata molto sporca, da qui la segnalazione alla procura e la conseguente iscrizione nel registro degli indagati. L’avvocato Gianmarco Lupi difensore della donna, spiega: “ Ritengo che l’accusa sia oltremodo infondata. La mia assistita non solo si sente estranea ai fatti così come addebitato, ma è costernata in considerazione del suo impegno sociale profuso a tutela degli animali con il Comune di Fiorenzuola. Confidiamo quindi di chiarire fiduciosi di un esito assolutorio.”

TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI ERMANNO MARIANI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA OGGI 

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà