Giorno della Memoria, dalla prefettura quattro medaglie ai deportati piacentini

25 Gennaio 2022

Giovedì 27 gennaio ricorre la Giornata della Memoria in ricordo dello sterminio del popolo ebraico e della persecuzione italiana dei cittadini ebrei, degli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, e di coloro che, da campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio e (anche a rischio della propria vita) hanno salvato e protetto i perseguitati.

In questa giornata di ricordo e riflessione comune, il prefetto di Piacenza, Daniela Lupo, nell’assoluto rispetto della normativa vigente in materia di contenimento della diffusione del Covid, procederà nel salone delle armi della prefettura, alla consegna delle medaglie d’onore che vengono concesse ai cittadini italiani, militari e civili, ovvero ai familiari dei deceduti, che siano stati deportati o internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra nell’ultimo conflitto mondiale.

Nella nostra provincia sono quattro le medaglie che saranno consegnate alla memoria di Claudio Faimali – militare deportato dal 10/09/1943 al 25/05/1945 e internato a Witemberge – M.Stammlager III A Arb. KD.575.
Riziero Latronico – militare deportato dal 18/11/1943 al 06/09/1945 e internato in Germania.
Luigi Merlini – militare deportato dal 09/09/1943 al 25/04/1945 e internato a Forbach 12 F.
Alessandro Repetti – militare deportato dal 14/09/1943 al 15/05/1945 e internato in Germania;

Per condividere il ricordo delle vittime di quel tragico ed oscuro periodo della storia del nostro Paese e dell’Europa, in considerazione del permanere dell’emergenza sanitaria e dell’andamento del quadro epidemiologico, la prefettura renderà disponibile un link per seguire la cerimonia in diretta.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà