“Missione a servizio della comunità”. Giuramento per 129 allievi agenti di polizia

21 Febbraio 2022

L’inno di Mameli a fare da sfondo al giuramento di 129 allievi giunti alla conclusione del 215’ corso di formazione della scuola di polizia di viale Malta. “Sono onorato e felice di questa solenne cerimonia arrivata al culmine di un percorso formativo che non si conclude oggi – si legge nella lettera che Lamberto Giannini, Capo della polizia ha inviato ai futuri poliziotti -. Sarete protagonisti di una missione che amo definire a servizio della comunità; continuate a coltivare il rapporto con il cittadino e mettetevi sempre in ascolto dei suoi bisogni”.

In seguito ha preso parola il direttore della scuola Adele Belluso: “avete scelto un percorso formativo ricco di valori quali la solidarietà – ha affermato -. Tendete sempre a migliorare ciò che vi circonda, sforzatevi di esprimevi individualmente”. Il direttore ha poi esortato i 129 allievi a “non essere solo dei grandi professionisti, ma anche di comprendere e inserirsi nel tessuto sociale; sono sicura che voi ragazzi riuscirete in queste missione. Siate orgogliosi e siate fieri di fare parte della polizia di stato. È poi intervenuta il prefetto Daniela Lupo : “benvenuti nella famiglia del ministero dell’Interno – le sue parole – svoglierete un ruolo importante di vicinanza al cittadino”.

“La collettività si aspetta da noi che venga perseguito il bene collettivo – ha evidenziato il prefetto – gli anni della pandemia ci hanno insegnato molto. Voi siete stati fortunati perché siete riusciti a compiere un corso in presenza. Non abbiate paura di vivere con umanità e dignità il vostro servizio. Buon inizio e benvenuti nella nostra grande famiglia”. Del suo stesso avviso il questore Filippo Guglielmino: “una giornata speciale ed emozionante, questi ragazzi saranno il futuro della Polizia di Stato”.

I primi tre classificati nella graduatoria del 215’ corso di formazione sono Ciro Esposito, Pietro Ferrara e Francesco Di Guida. “Giurare fedeltà alla Repubblica dinnanzi al questore e al prefetto è il coronamento di un sogno, una giornata che non scorderò mai. Già da oggi sarò a servizio dei cittadini” il commento di Esposito. Gli allievi hanno infine donato una composizione floreale al prefetto per ringraziarla della sua preziosa presenza.

Dal 23 febbraio, i futuri poliziotti partiranno alla volta delle sedi di assegnazione, distribuite soprattutto nell’area del centro e nord Italia – come ha indicato il prefetto – con particolare concentrazione negli uffici e nelle questure presenti nei capoluoghi di provincia.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà