“La Zobia è salva”. Superato il test di passaggio sulla nuova Piazza Caduti a Fiorenzuola

05 Marzo 2022

“La Zobia è salva!”. Lo ha annunciato l’assessore alle politiche giovanili di Fiorenzuola Elena Grilli, che giovedì pomeriggio ha diffuso attraverso le storie Instagram, lo scatto che ha immortalato un carro della Zobia per la prima volta dal 3 marzo 2019 sulla nuova Piazza Caduti. Proprio nello stesso giorno dell’ultima Zobia del 2019, si sono concluse con successo le prove per verificare la fattibilità del passaggio del carro da Zobia sulla nuova Piazza.
Dopo il completo rifacimento della piazza, concluso nell’estate del 2021, i cittadini di Fiorenzuola temevano infatti che quest’ultima, diventata completamente pedonale, non potesse più ospitare la tradizionale manifestazione.
Alle ore 15 di giovedì quindi, il traffico cittadino si è fermato per 10 minuti, giusto il tempo di consentire al trattore e al suo carro, di percorrere il tradizionale percorso nel paese, testandone la fattibilità. Durante il test, gli occhi degli zobiari, dei membri dello stesso comitato e degli assessori presenti erano puntati sul carro e sul suo conducente, l’assessore all’urbanistica Franco Brauner; non appena il carro ha fatto il suo ingresso all’interno di Piazza Caduti con successo, si è tirato un corale sospiro di sollievo.

“Ci passa alla grandissima!” – ha esclamato l’assessore Massimiliano Morganti al momento del passaggio; “Dipende però in quanti bar sei stato prima” – ha ironizzato qualcuno tra i presenti; da sottolineare a tal proposito che, come da regolamento stradale, chi conduce il mezzo, non può bere. Per consentire l’ingresso del carro della Zobia in piazza Caduti, sono state preventivamente rimosse le fioriere in cemento che altrimenti ne avrebbero impedito il transito. È salvo quindi il tradizionale percorso dei carri che, scongiurando l’assenza di nuove restrizioni pandemiche, avverrà il 14 e il 15 di maggio.
I carri, potranno avere la solita dimensione, sei metri e mezzo circa e potranno percorrere come sempre, il Corso Garibaldi, potranno entrare in Piazza Caduti e uscirne costeggiando il giardino pubblico; il carro, come da tradizione, proseguirà il suo tragitto risalendo il tratto di strada che si collega a Via Antonio Gramsci, tra i fiorenzuolani meglio conosciuta come zona dell’ex parcheggio dei Taxi; il carro e gli zobiari poi, costeggiando Piazza Marsala, raggiungeranno la Piazza Molinari e usciranno lungo Via G. Alberoni.
“Siamo molto contenti di poter fare la manifestazione – ha affermato Andrea Dadomo dell’associazione Amici della Zobia – ma attendiamo notizie sulle disposizioni dei nuovi protocolli pandemici; la volontà di organizzare e di fare da parte nostra c’è – ha aggiunto Dadomo – il comitato è già operativo.” Andrea ha concluso ringraziando a nome del comitato: “Filippo Bonetti per essersi reso disponibile all’amministrazione, concedendo il mezzo agricolo per la prova, l’operario comunale Pietro Perdoni, il geometra Giorgio Corradi, la polizia municipale e l’amministrazione comunale”. L’assessore Morganti si è unito a Dadomo nei ringraziamenti estendendoli anche a Walter Portesi, presidente del comitato amici della Zobia, Alice Bergamaschi membro dello stesso comitato, il personale comunale tutto e gli zobiari presenti.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà